Mariangela Gualtieri: la poesia necessaria

Una madre, una Pizia laica, da nessun dio posseduta, un semplice vestito e una dolce vita chiara al collo, un viso sereno, una voce presente, aurea, senz’enfasi.

Mariangela Gualtieri sale sulla pedana, con alle spalle un sipario verde, un microfono.
Apre una moleskine e la sfoglia con calma, poi la richiude e inizia a recitare la sua propria poesia, come un aedo che scandisce il ritmo di parole semplici, dantesche, omeriche, quelle che si parlano tutti i giorni.

Chiudo il fascicolo e ascolto. Mi accorgo quanto sia bello ascoltare, senza leggere, la poesia, cantata così, espressa (non recitata) per voce sola.
L’ascolto della scrittura poetica, che Mariangela chiama Rito Sonoro.

imagesMariangela ascolta il mondo attorno, riconoscente, caparbia, attenta, con sentimento e secondo il gusto dell’amore. Parola che ha ancora senso.

Poi la vado a salutare e si fa abbracciare: ha il profumo e la pelle liscia di una madre saggia, che sa, ha visto e conosce ma che ancora non sa, non ha visto tutto e non smette di conoscere.

Un incontro come un incanto.

E la poesia qui sotto, meglio leggerla a voce alta (quando tutto va male o va bene, a seconda):

Quando vuole pregare
lei va alla piscina comunale
mette la cuffia e gli occhialini
entra nell’acqua ma non è capace
di domandare, o forse non ci crede.
Allora fa una bracciata e dice
eccomi, poi ne fa un’altra
e ancora eccomi. Eccomi dice
ad ogni bracciata. Eccomi a te
che sei acqua e cloro
e questi corpi a mollo come spadaccini.

E nello spogliatoio, dopo, alla fine
prova sempre una gioia –
quasi l’avessero esaudita,
di qualche cosa che non ha chiesto
che non sapeva. Che mai saprà
cos’era.

Maraingela Gualtieri, Bestia di Gioia, Einaudi 2010, a settembre sempre per Einaudi in uscita una nuova raccolta di inediti.
Dedicato a E.R. e un grazie a Sara Conforti che mi fece conoscere Mariangela Gualtieri.

Advertisements
Mariangela Gualtieri: la poesia necessaria

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s